vita-nei-borghi-tremosine

Gusto e ricette di Tremosine – Vita nei Borghi

by / 2 Commenti / 16 settembre 2016

Qualche volta avresti voglia di qualcosa di tipico. Qualche volta lo vorresti consumare in una cornice altrettanto caratteristica.

Poi scopri che puoi unire i due desideri e partecipare all’evento “Vita nei Borghi”a Tremosine sul Garda, aggiungendo alla tua esperienza l’atmosfera gioiosa delle feste di paese.

Che ne dici? Ci andiamo?

Il Borgo di Pieve: tra lago e cielo

“Vita nei borghi” si svolge nel centro di Pieve di Tremosine, un gioiellino che fa parte del club “I borghi più Belli d’Italia“.

pieve-di-tremosineChe cosa faccia di Tremosine un paese così fortunato è presto detto: possiede un patrimonio architettonico antico, una delle viste più belle sul lago di Garda (data la sua altitudine) ed un cuore rurale che produce formaggi e buoni piatti tradizionali.

E’ un menù ricco quello preparato a Tremosine, adatto a rappresentare la complessità della cucina del Lago di Garda, da sempre in bilico tra sapori di lago e di montagna. Allo stesso tempo forte e delicata, come il territorio che la ospita, del resto.

Lo vedi questo balcone dal panorama mozzafiato? Spiega ciò che ho detto prima, forse anche un po’ meglio!

tremosine-terrazza-brivido

Immagino che vorrai sapere che cosa ho mangiato! Te lo racconto piatto per piatto, un boccone dietro l’altro…

Piatti tipici e ricette della cucina bresciana

Ritirati gli “Europoldi”, la moneta di scambio della serata, facciamo il primo brindisi con il Pirlo. No, cos’hai capito, non con il giocatore della nazionale, ma con l’aperitivo originale bresciano, a base di vino bianco fermo e Campari. Più amarognolo dello spritz veneto, lo supera sicuramente di qualche grado. E’ stata una partenza col botto!

Accompagniamo l’alcool con le bruschette alla Tremosinese, pane, olio del Garda e pasta di olive, seguite da un bel piatto di salumi e formaggi dell’Alpe del Garda, un’azienda casearia di grande qualità.

cucina bresciana tremosine

Assaggiamo il Capù, un involtino di coste ripieno di pane, che in diverse varianti ritroviamo in molte parti d’Italia. Quello di Tremosine è vegetariano, con una farcitura a base di verdure, aglio, prezzemolo, formaggio grattugiato e uova. Un piattino delicato, di chiara origine contadina, che ho apprezzato molto e rifarò a casa.

borgo-di-tremosine

La festa ha ormai preso il via quando ci addentriamo nei caratteristici vicoli di Pieve alla ricerca dei Tortei alla Formagella di Tremosine. Adoro questo formaggio, è sempre presente sulla mia tavola e piace molto anche al mio piccolo. Abbiamo assaporato i tortei fino all’ultimo morso, cosparsi com’erano di abbondanti cucchiaiate di grana e burro.

La tradizione della Polenta Cunsa e lo spiedo bresciano

Continuiamo il giro sulle note della fisarmonica, verso la Polenta Cùsa o Cunsa, uno dei grandi classici della cucina bresciana. Che cos’ha di diverso dalle altre polente?  Che domanda! E’ “cunsa” cioè condita, con formaggio Garda stagionato, burro di malga ed olio extravergine. Un trionfo di fila e fondi per il palato difficile da dimenticare.

Tra un bicchiere ed un piatto siamo ormai quasi sazi, ma non potremmo mai lasciare Tremosine senza aver fatto onore allo Spiedo bresciano: un mega spiedone a base di carni miste, alternate a fette di patate e foglie di salvia.

polenta-e-spiedo-brescianoLo spiedo richiede una cottura lunga, di almeno 4 ore. In questo caso era cotto a puntino, con pezzetti di carne magri e gustosi. I miei complimenti ai cuochi della Pro Loco che hanno cucinato per centinaia di persone senza sosta.

I vini dell’Azienda Agricola Franzosi hanno accompagnato le varie portate. Tra quelli che ho assaggiato: un freschissimo Garda Classico Chiaretto e Rosso Dop, il Groppello ed il Lugana.

Le tappe del tour eno-gastronomico erano molte, qualcuna l’abbiamo saltata. A malincuore abbiamo rinunciato al formaggio alla griglia, al pesce fritto e perfino ai dolci!

borgo-pieve-di-tremosine

Sarà per avere la scusa di tornare a gustare la cucina di Tremosine in uno dei suoi ristoranti tipici? Credo di sì. 😉

 

 

2 Comment

  1. grazie infinite

    • Grazie a voi! E’ stato un piacere conoscere Tremosine attraverso i suoi piatti tipici. Poi ogni scusa è buona per tornare a Pieve, che la merita tutta l’appartenenza ai Borghi più Belli d’Italia. A presto!

      Ilenia

Lascia il tuo commento

Email (will not be published)