Vendemmia

Tra Vendemmia e Profumi di mosto

by / 1 Commento / 7 ottobre 2015

Autunno = Vendemmia!

Soprattutto sul Lago di Garda, dove grazie al clima mite, i vitigni prosperano in una moltitudine di varietà diverse: ad ogni zona a Nord o Sud del lago corrisponde un vino e la sua festa.

Le temperature calde dell’estate, la fresca brezza della sera oltre a terreni particolarmente ricchi fanno del Lago di Garda un territorio d’eccezione dal punto di vista vinicolo.

Vigneto

Nel tempo abbiamo parlato di parecchi vini: il Nosiola, il Vin Santo, Lugana, Bardolino, Custoza. Ma dobbiamo conoscerne ancora tantissimi! Prima di scoprire come si vinifica impariamo a vendemmiare. Io ho imparato da bambina e…non ho mai smesso 🙂

Per questo ti porto nella campagna di famiglia, ad Arco di Trento a raccogliere (virtualmente) le uve di Cabernet, rigorosamente a mano. Così ti ritrovi anche tu tra parenti ed amici che chiacchierano e si prendono in giro…non fermando mai le mani, naturalmente, se non per mangiare un grappolo di uva dolcissima.

uva cabernet

La giornata del vignaiolo

Come per tutte le attività campagnole ci si alza presto. L’appuntamento in vigna è alle 7.00 di mattina. Per qualcuno anche prima.

Perchè? Il mattino ha l’oro in bocca, mi dicevano sempre da piccola.

Vendemmia

E’ importante finire la raccolta il più velocemente possibile a causa delle giornate ballerine di settembre e ottobre. Potrebbero riservare qualche acquazzone e non è per niente piacevole vendemmiare sotto l’acqua, te lo posso assicurare!

Poi se l’uva si bagna rischia di rovinarsi, guastando il vino. Così la parola d’ordine durante la vendemmia è “velocità”.Vendemmia

Ma anche attenzione: le mani dei vignaioli si muovono tra le foglie con destrezza, ripuliscono i grappoli dagli acini impuri (se ce n’è bisogno) e li depongono nei contenitori. Va scartato tutto ciò che non è perfettamente maturo, ammuffito o non integro.

La qualità del vino dipende molto da questo passaggio, quindi occhio a quello che raccogli!

Per vendemmiare bene ci vogliono gli strumenti giusti.

Che cosa ti serve per la vendemmia?

strumenti Vendemmia

  • forbice per tagliare i grappoli
  • secchio o contenitore idoneo dove riporli
  • guanti, non necessari ma consigliati
  • un berretto o bandana per proteggere i capelli
  • vestiario comodo e “a prova di macchia”. Tieni in considerazione che vendemmiare è in genere un lavoro in cui ci si sporca parecchio.

I tempi della vendemmia

Come ti dicevo prima avere un buon ritmo è fondamentale. E’ concesso fermarsi per bere qualcosa a metà mattina o pomeriggio e per la pausa pranzo.

Un panino, un bicchiere di vino (come potrebbe mancare!) ed un sorso di caffè, poi via! Si continua a riempire il rimorchio del trattore, che poterà i grappoli profumati in cantina.

Vendemmia trattore

Una cosa che non ti ho detto è che vendemmiare è un’attività piacevole, di compagnia, in mezzo alla natura. Insomma, avrai capito che non mi piace solo stare davanti allo schermo di un computer, ma amo molto di più ritrovare il contatto con il verde e l’aria pura della campagna.

Taglia e svuota, le pergole si alleggeriscono, arriva la sera. Verso le 18.00 si chiude la giornata del vendemmiatore.

Che cosa succede quando la vendemmia è finita? Si festeggia!

uva cabernet

A questo proposito ti suggerisco una festa che celebra la fine del raccolto nelle cantine del Garda bresciano, nel cuore della Valtènesi.

Profumi di mosto

profumi mosto

Credits: Mara V.

Se sei arrivato fino in fondo al post probabilmente sei un amante del vino. Ti consiglio di non perderti l’appuntamento con Profumi di Mosto il prossimo 11 ottobre. Nelle cantine della Valtènesi potrai assaggiare il nettare del vitigno autoctono Groppello, abbinato a piatti della tradizione gastronomica bresciana.

Come funziona? Acquisti il tuo carnet e scegli uno dei tre itinerari tra le colline moreniche del Garda. Il tuo giro di degustazioni prevede assaggi e incontri con i produttori per approfondire il lavoro dei vignaioli della Valtènesi e del Garda bresciano.

profumi mosto

Credits: Mara V.

Leggendo il programma mi è venuta non solo un’incredibile voglia di vino, ma anche fame. L’evento si prospetta gustoso e ricco. Non devi nemmeno preoccuparti di metterti alla guida. Ci pensa il bus a portarti in giro, ricordati di prenotarlo!

Se vuoi maggiori informazioni vedi www.profumidimosto.it

Che ne dici di questa giornata di vendemmia e di Profumi di Mosto? Lasciami la tua opinione nei commenti.

 

 

 

One Comment

  1. E’ un piacere vedere che gli ultimi due miei scatti, dell’edizione Profumi di Mosto 2013 vengono utilizzati per valorizzare il nostro territorio!!

Lascia il tuo commento

Email (will not be published)