slowfood

Slow Food, una nuova avventura di gusto

by / 0 Commenti / 1 settembre 2015

Leggendomi avrete notato che i post a tema #gusto superano quelli sullo sport e l’outdoor…questo perchè seguo la mia indole da buona forchetta che mi porta verso i piaceri della tavola.slow food

Cerco con tutte le forze di bilanciare le calorie muovendomi all’aria aperta ma da oggi, cari lettori, la deriva enogastronomica di questo blog è definitivamente dichiarata: sono orgogliosamente entrata a far parte di Slow Food, come membro della Condotta Vallagarina-Alto Garda.

Forse più o meno tutti hanno un’idea di cosa sia Slow Food e che ruolo svolge, ma ora cerco di spiegartelo meglio.

Parliamo di Slow Food…

Slow Food è un’associazione internazionale no-profit con lo scopo di promuovere la produzione di cibo su piccola scala, sostenibile, di qualità. E’ una comunità immensa che mette in rete più di 100 000 iscritti, volontari e sostenitori in 150 Paesi.

slow-food bandiera

Esistono 1500 condotte, cioè sedi locali, costantemente al lavoro per promuovere l’interesse legato al cibo come portatore di piacere, cultura, tradizioni, identità.

Slow Food è stata fondata da Carlo Petrini nel 1986 e da allora non si è più fermata.

Buono, pulito e giusto

E’ il motto di Slow Food.

slow

Sono 3 gli aggettivi che definiscono le semplici caratteristiche che deve avere il cibo:

  • Buono: non solo per il palato, ma anche per l’anima. Il cibo è fortemente legato alla sfera dei sentimenti, dei ricordi e dell’identità. Mangiare prima di tutto vuol dire stare insieme…è casa, famiglia, amore. Provate a sostenere il contrario.
  • Pulito: è vero che “siamo quello che mangiamo”? Nel dubbio meglio scegliere prodotti rispettosi degli ecosistemi e dell’ambiente.
  • Giusto: un cibo giusto significa conforme ai concetti di giustizia sociale negli ambienti di produzione e di commercializzazione.

Il “Mangiare Piano” e Gardamio

Ma Slow Food non è solo cibo…per me è più uno stile di vita, oltre che alimentare, rispettoso dei territori e delle tradizioni locali.

Visto che uno degli obiettivi del Blog Gardamio è quello di farti conoscere la particolarità del territorio in cui vivo anche attraverso “esperienze di gusto”, direi che il connubio non poteva essere più azzeccato.

orto

Sono nata e cresciuta a contatto con la terra, la “mia” terra, perchè in famiglia abbiamo sempre avuto campagne coltivate a viti, susine di Dro, mele, olivi. Poi c’è l’orto del papà che produce verdure in quantità per tutti, amici e vicini di casa. Mettici una mamma capace di cucinare e conservare tutta questa bellezza ed ecco che capisci la mia piccola “mania” per il cibo sano, autoprodotto e di stagione.

E me la porto sempre appresso…anche quando vado in vacanza! Cerco i locali tipici e le piccole produzioni di qualità. Mi piace scoprire cantine e ristoranti che non abbiano come primo scopo quello di “infinocchiare il turista”, ma di spiegare all’ospite ciò che ha nel piatto e nel bicchiere, attraverso le tradizioni e le storie dei produttori.

Cosa farò in Slow Food Vallagarina Alto Garda

slow food logoFin dall’apertura del blog mi sono impegnata nella ricerca dei sapori autentici del Garda ed il nuovo ruolo in Slow Food Vallagarina-Alto Garda mi dà la “carica” (anche ufficiale) per continuare a scovare nuovi cibi, vini, locande e prodotti tipici. E a fartelo sapere naturalmente!

Ti terrò aggiornato con le varie iniziative e gli eventi che promuoveremo: cene, feste a tema, collaborazioni a manifestazioni locali, orti in Africa…e molto altro!

Così potrai partecipare anche tu o decidere di condividere con me un momento virtuale e godereccio con l’hashtag: #gardamio

slow food

Guarda che nella vita sono eclettica, mi piace cambiare e assaggiare piatti nuovi, quindi non stupirti se mi incontrerai in qualche locale etnico a mangiare con le bacchette. Anche questo è Slow Food: apprezzare la diversità delle ricette e dei sapori.

Ma se devo rappresentare la mia terra decido di farlo scrivendo di quello che produce.

Anche tu vuoi conoscere meglio Slow Food Vallagarina-Alto Garda?

  • Continua a seguirmi sul blog
  • Metti “Mi Piace” alla Fan Page su Facebook
  • Scrivi a: slowfood.vallagarinaltogarda@gmail.com

Ps. grazie a Mario, Alessandro e Sergio per la calorosa accoglienza nel direttivo Slow Food 🙂

Lascia il tuo commento

Email (will not be published)