Punta San Vigilio

Punta San Vigilio, perla del Lago di Garda

by / 0 Commenti / 22 giugno 2015

Ti trovi sul Lago di Garda e non sai quali sono i luoghi più belli? Allora prova a leggere questa breve guida che ti porterà alla scoperta di uno dei posti più suggestivi di tutto il Garda: Punta San Vigilio. 

La nostra guida turistica del Lago di Garda, Stefano, ti racconta questo angolo di paradiso con i consigli migliori per visitarlo.

“Tutti sanno che Punta San Vigilio è uno dei luoghi più amati e visitati del Benaco.  Pochi altri luoghi offrono scorci così belli come questo piccolo angolo di verde che si affaccia sulle acque del lago.

Punta San Vigilio
Perché visitare Punta San Vigilio? Perché in questa piccola penisola, che si trova a Garda, ci sono tutti gli elementi che possono “stregare” ogni visitatore. Arte, storia e natura sono le tre grandi attrattive che la riempiono di fascino.
Ecco perché non devi assolutamente perderti una visita a Punta San Vigilio.

Punta San Vigilio, da ammirare!

I veri punti di forza di San Vigilio sono la luce e i colori: qui tutti gli appassionati di fotografia possono trovare “pane per i loro denti” e rubare scatti indimenticabili. Soprattutto Baia delle Sirene è l’ideale per esercitarsi nell’arte della fotografia magari all’alba o al tramonto, quando la luce è migliore e il panorama è ancora più spettacolare. L’ingresso a questa spiaggia è a pagamento, ma ne vale davvero la pena soprattutto per chi soggiorna solo qualche giorno sul Garda. In ogni caso facendo una passeggiata intorno Punta San Vigilio potrai scoprire acqua cristallina e colori  che ti faranno sembrare di esserti teletrasportato ai Caraibi. Le spiagge di punta San Vigilio sono consigliate anche per una fuga romantica magari durante un fine settimana d’estate.

Tra storia e natura

È difficile inserire Punta San Vigilio in un preciso periodo storico: si tratta sicuramente di uno di quei luoghi senza tempo ma che mantengono una propria identità storica.

Punta San VigilioProtagonista dello scenario è Villa Guarienti costruita da un uomo solitario in cerca di pace e tranquillità. Così anche la chiesetta poco distante è un punto importante per la storia di questo luogo e al quale si potranno scattare istantanee molto suggestive, sia con la propria macchina fotografica che da conservare vive nella mente.

Quando visitare la spiaggia e la penisola

Dato che si tratta di uno dei luoghi più visitati del Garda è consigliabile, se si vuole visitare San Vigilio con tranquillità, arrivare la mattina presto, scegliere il posto più adatto se si decide di rimanere qualche ora (c’è solo che l’imbarazzo della scelta tra calette e prati sui quali potersi sdraiare) e aspettare le 10 di mattina quando la penisola “esce” dal cono d’ombra nel quale è immersa fino a quell’ora.”

Stefano di Guidaturisticamantovaverona.it  ci porterà alla scoperta di altre cittadine e particolarità del nostro bellissimo lago. Alla prossima puntata.

Lascia il tuo commento

Email (will not be published)