Riva del Garda

Cosa vedere a Riva del Garda in mezza giornata

by / 0 Commenti / 18 giugno 2015

Finalmente un post su Riva del Garda! Ci abito così vicino ed ancora non ne ho parlato sul blog. Forse perchè, come sempre, si tende a sorvolare su ciò che si ha proprio dietro l’angolo. Ma voglio porre rimedio cercando di esserti utile con una panoramica sulle attrazioni principali di Riva. In particolare ho pensato a chi, come me, ha sempre fretta.

Riva del Garda

Hai poco tempo e non vuoi perderti il meglio di Riva del Garda? Ecco per te un itinerario nella ridente cittadina sul Garda Trentino che dura circa una mattinata o un pomeriggio. Naturalmente se hai più tempo puoi fermarti anche per il week end e goderti altre attrazioni o qualche attività sul lago, come la vela, il windsurf o la mountainbike!

La mia breve rassegna raccoglie i principali monumenti della città con qualche cenno storico, perchè si sa, come tutti i paesi italiani anche Riva del Garda ha origini antiche e molti aneddoti da raccontare.

Che ne dici, partiamo?

La Chiesa dell’Inviolata

Chiesa Inviolata Riva del GardaUna chiesetta semicircolare, intima e riccamente decorata. Tutti gli amanti dell’arte dovrebbero passare di qui e dare almeno un’occhiata: è in perfetto stile barocco, con una originale pianta ottagonale e cinque altari. La chiesa è stata edificata nella prima metà del 600 dai casati nobiliari Madruzzo e Gonzaga. Si dice che fosse un luogo di pellegrinaggio, perchè custodiva un tabernacolo miracoloso. Miracolosa o meno è in ogni caso un piccolo capolavoro di stucchi e dipinti ad olio di pittori famosi dell’epoca.

Proseguiamo il nostro giro attraverso Viale Roma in direzione di Porta San Michele una delle tre che un tempo sorvegliavano l’entrata in città.

Porta San Michele Riva del Garda

Eccoci in centro, tra fontane e aiole colorate, fa bella mostra di sè la Rocca di Riva del Garda.

La Rocca di Riva: antico maniero vescovile e militare

Un antico maniero circondato da un fossato, con tanto di ponte levatoio. No, i coccodrilli non ci sono, ma di fronte puoi trovare uno dei più terrificanti musei al mondo: Reptiland, Il museo dei serpenti!

La Rocca Riva del Garda

Mettiamo piede invece nella Rocca. La sua costruzione si fa risalire al 1124, anno in cui il vescovo Altemanno concesse di costruire una fortezza in riva al lago. La Rocca passa da dimora dei principi vescovi trentini a caserma dell’Impero Austro-Ungarico. Ora è sede del Museo dell’Alto Garda che ospita reperti dalla preistoria , al medioevo fino ai giorni nostri. Gli amanti del relax apprezzeranno il giardino dietro alla fortezza, un luogo ideale per schiacciare un pisolino o godere del paesaggio. Ma noi abbiamo poco tempo. Siamo a pochi passa dalla famosa Torre Apponale.

La Torre Apponale e l’Anzolim

In cima alla torre troneggia il suo “Anzolim”:  il simbolo di Riva. Ma che cos’è l’Anzolim? E’ il piccolo angelo di bronzo che sventola sulla sommità. Riesci a vederlo?

La Torre Apponale Riva del Garda

La torre Apponale è alta 34 metri e sorge sul lato est della piazza del municipio, piazza III Novembre.  Dal XIII secolo fa la guardia al porto e alla piazza, da sempre uno dei centri nevralgici di Riva del Garda, dove si smerciavano i beni arrivati in porto. Nel 1555 è stata elevata e successivamente ricoperta con il tetto attuale. La cosa interessante è che la puoi visitare da marzo a ottobre. Ti servirà del fiato per salire i 165 scalini! Dalla sommità però lo spettacolo è assicurato.

Il guardiano di pietra: il Bastione

Di certo ti sarai accorto che proprio dietro il Palazzo Pretorio, sede del Comune di Riva si scorge una fortificazione bianca, in alto, in mezzo al bosco. Quest’opera prende il nome di Bastione. Risale al XVI secolo e deve la sua costruzione al ruolo di difesa del borgo di Riva, che dominava dall’alto. Come molte altre fortezze della zona, (ad esempio il castello di Arco) è stato distrutto dal generale francese Vendome, nel 1703.

Il Bastione Riva del Garda

I 200 metri di quota sono comodamemente raggiungibili attraverso una strada lastricata ombreggiata da piante. Quando dico comodamente vuol dire che non si fa molta fatica, ma puoi intuire che ti sconsiglio i tacchi. Ci si impiega circa un quarto d’ora di buon passo.

Portati la macchina fotografica perchè potrai scattare delle bellissime foto panoramiche su Riva e sull’Alto Garda.

I più sportivi proseguiranno fino alla chiesetta di Santa Barbara a 610 metri (ci vuole circa un’ora). Se invece preferisci scendere continuiamo con via Marocco, una laterale della più turistica e affollata Via Fiume.

Nel quartiere del Marocco passando per Piazza San Rocco

Mentre le opere di cui ho parlato prima sono molto conosciute ed evidenti, la piccola piazzetta ed il quartiere del Marocco rimangono nascoste, come delle piccole perle.

Data la passione per la fotografia vado spesso in cerca di scorci caratteristici e sono felice che li possa conoscere anche tu.Via Marocco Riva del Garda

Dietro Palazzo Pretorio, (vicino alla Torre Apponale), si scorgono degli archi. Dopo quei vòlti si apre la Piazzetta San Rocco, dove sorgeva una chiesa dedicata al santo in seguito alla peste del 1512. Se la stanchezza si fa sentire ti consiglio di fare una sosta all’Osteria al Gallo, locale storico della piazza.

Piazza San Rocco Riva del Garda

Prosegui salendo Via Fiume, arriva in cima e prima della Porta San Marco svolta a sinistra. Ti si aprirà un altro piccolo mondo, con balconi fioriti, il Palazzo del Vescovo ed il caratteristico lavatoio in pietra delle nostre nonne. Siamo in Via Marocco, alla fine del nostro tour.

Via Marocco Riva del Garda
Bene, se sei arrivato alla fine ti faccio i miei complimenti! Ti rimane ancora del tempo? Fermati e riposa in spiaggia o sul lungolago, visita la Ponale o la Cascata del Varone.

Sei a Riva del Garda e di fronte a te hai uno scenario di rocce e lago, acqua e cielo, che da solo vale il viaggio fin qui.

Piazza Catena Riva del Garda

Lascia il tuo commento

Email (will not be published)