Forte Garda Monte Brione

Forte Garda sul Monte Brione #troppoforte!

by / 0 Commenti / 18 aprile 2015

Con la primavera viene la voglia di uscire e godersi il territorio. Così abbiamo fatto domenica 12 aprile approfittando del bel tempo e della riapertura al pubblico delle fortificazioni del Monte Brione, la montagna che separa Riva del Garda da Torbole. Un’escursione a pochi chilometri da casa in un biotopo vista lago. Quindi pranzo leggero, zaino e bimbo in spalla (!). Si parte.

Panorama dal Monte Brione

Panorama dal Monte Brione

Come arrivare a Forte Garda

Ci troviamo a Forte San Nicolò per il Sentiero della Pace. Se arrivi in macchina puoi parcheggiare nei pressi del Porto San Nicolò e proseguire lungo la ciclabile. Il sentiero naturalmente è in salita, lungo il crinale del Monte Brione. Non è un itinerario particolarmente impegnativo, visto che il colle raggiunge al massimo i 376 metri. Noi lo abbiamo percorso in compagnia di Aron, il nostro bimbo, comodissimo nel suo zainetto da trekking.

Trekking sul Monte Brione

Trekking sul Monte Brione

Anche se per raggiungere Forte Garda e la Batteria di Mezzo non si impiega più di un’ora, scarpe comode e una bottiglietta d’acqua potrebbero esserti utili. Alla batteria di Mezzo abbiamo trovato un alpino organizzato con un punto di ristoro. Il sentiero è in parte terreno battuto ed in parte a scale. Per la precisione, i due forti sono separati da 120 scalini, come ci hanno detto alcuni simpatici bambini mentre scendevano, contandoli uno per uno. Le fortificazioni della Grande Guerra sono disposte sull’intero Monte Brione. Si posso vedere: il Forte di San Nicolò, Forte Garda, la Batteria di Mezzo e Forte Sant’Alessandro.

Batteria di Mezzo

Batteria di Mezzo

Molte delle opere militari che si possono incontrare lungo i vari sentieri che percorrono il Monte Brione sono di opera dell’Impero Austro-Ungarico ed atre sono state costruite dai tedeschi durante la Seconda Guerra Mondiale.

L’apertura del Forte

Come accennavo all’inizio, l’apertura di Forte Garda è stata coordinata dal Gruppo Tst, Trentino Storia Territorio, un insieme affiatato ed eterogeneo di appassionati di storia, arte e architettura. Innamorati del proprio territorio e desiderosi di farlo conoscere al pubblico, sono riusciti ogni domenica di aprile a portare fino a 600 persone a conoscere il Forte.

Reperti della Grande Guerra

Reperti della Grande Guerra

Un indubbio successo legato anche all’originalità con cui hanno predisposto ed organizzato gli spazi interni del Forte Garda: una mostra di reperti della Grande Guerra, intitolata “Memorie dalla Terra” a cura del collezionista Giovanni Tonolli, l’allestimento fotografico di foto d’epoca e l’esposizione “La guerra non è un gioco”. Quello che mi ha colpito di più è stato l’uso delle luci e delle candele, che hanno davvero valorizzato le mura grigie e spoglie del Forte Garda, insieme al “punto di ascolto del vento”, un angolo di riflessione in fondo ad una delle gallerie, dove da una grata si può ammirare il panorama e godere del silenzio.

Punto di ascolto del vento

Punto di ascolto del vento

Se ci andrai prossimante (in fondo al post ti indico quando lo potrai visitare) non perderti la “macchina da scrivere parlante” di Sara Maino, una curiosa opera d’arte fatta con le brocche della Val di Ledro.

Battitura di Brocche

Battitura di Brocche – Opera d’arte di Sara Maino

Adesso passiamo al momento ludico…

Aperitiforte con la Cantina Vallarom

Terminata la visita abbiamo degustato un bicchiere di vino autoctono trentino, gentilmente offerto dalla Cantina Vallarom di Avio. Marco mi ha spiegato che ad ogni apertura sarà possibile conoscere una cantina trentina diversa, ognuna di esse impegnata a valorizzare vini trentini, in parte sconosciuti e abilmente recuperati da parte di vignaioli attenti alla qualità e al legame con il territorio.

Aperitiforte con vini autoctoni trentini

Aperitiforte con vini autoctoni trentini

Il nostro “lambrusco”, che nulla ha a che fare con il cugino dell’Emilia Romagna, era davvero ottimo. Se sei curioso di conoscere le prossime proposte non perderti l’apertura di domenica.

Forte Aperto

E’ visitabile tutte le domeniche di aprile dalle 10 alle 17. Tra le 14.30 e le 15.30 Aperitiforte con degustazione di vini trentini.
L’apertura si ripeterà nel mese di agosto.
Per informazioni sull’apertura di Forte Garda: tstrentino@gmail.com

Passeggiando tra i Forti

Il progetto è stato sviluppato in collaborazione con Mag, Museo Alto Garda e Ingarda Trentino, che nei mesi di settembre ed ottobre organizzeranno delle visite guidate.
Per informazioni e prenotazioni alle visite guidate
Mag Museo Alto Garda: 0464-573869 – info@museoaltogarda.it

Lascia il tuo commento

Email (will not be published)