MyAktivGarda-Visita in cantina

Degustiamo i vini biologici del Trentino

by / 0 Commenti / 8 marzo 2015

Scoprire un territorio e le sue tradizioni attraverso la cultura enogastronomica: questa era una delle finalità del blog tour #myaktivgarda. Devo dire che l’obiettivo è stato raggiunto! Per dovere di cronaca devo dire che è un obiettivo che mi prefiggo sempre quando vado in giro…

La Cantina dei Fratelli Pisoni ci ha davvero accolti in grande stile: visita alla Grotta dello spumante e alla sala di appassimento delle uve per il Vino Santo con degustazione finale di vini biologici e senza solfiti.

Visita guidata per il Blog Tour MyAktivGarda

Visita guidata per il Blog Tour MyAktivGarda

La coltivazione biologica e biodinamica dell’uva

Marco, uno dei titolari della Cantina, ci ha fatti sentire veramente a nostro agio ed ha saputo trasmetterci la passione per la produzione del vino ed il forte legame con la terra e la tradizione contadina. In italiano, tedesco ed inglese, naturalmente! Il rispetto per la natura e l’amore per le cose buone della Cantina Fratelli Pisoni si traduce in un innovativo metodo di coltivazione biologica e biodinamica, con la produzione di vini naturali e di alta qualità.

Vino della Cantina Pisoni

Vino della Cantina Pisoni – biologico e senza solfiti

L’intervento della chimica è ridotto al minimo, non solo nei vini ma anche nei campi…pensate che hanno perfino dei cavalli per arare la terra. Un ritorno alla tradizione dei nostri nonni che risulta molto moderna, infatti è prevista dai disciplinari di coltivazione biodinamica. Non solo la salute, ma anche il gusto ci guadagna!

Alla scoperta della Cantina!

La visita inizia nella fresca Grotta dello Spumante, che si mantiene a 10 gradi costanti sotto i tipici volti a botte trentini. In passato è stata utilizzata anche come bunker per ripararsi durante la guerra. Una domanda delle blogger straniere ci ha permesso di soddisfare una curiosità che nemmeno noi italiani eravamo in grado di spiegare: qual’è la differenza tra il prosecco e lo spumante? Marco ci ha spiegato che cambia il metodo di fermentazione: il prosecco riposa in autoclavi con zuccheri e lieviti, mentre per lo spumante la fermentazione avviene in bottiglia.

Visita in cantina - Grotta dello Spumante

Visita in cantina – Grotta dello Spumante

Abbiamo proseguito con una dimostrazione dell’imbottigliamento del vino e la visita alla parte storica della cantina, che conserva antiche botti in legno marchiate con il simbolo dell’Impero Austro-Ungarico.

Visita in cantina - Botti antiche

Visita in cantina – Botti antiche

Il marchio con la doppia aquila risale al 1800, tempo in cui le tasse venivano riscosse in base alla quantità della produzione, inviando degli incaricati a controllare e certificare i quantitativi di vino apponendo un timbro sulla botte.

Visita in cantina - Botte marchiata

Visita in cantina – Botte marchiata con il timbro dell’Impero Austro-Ungarico

Vino Santo trentino: come si produce?

Nella parte moderna dell’azienda agricola una stanza è completamente dedicata a far appassire le uve Nosiola su delle graticole. Il Nosiola è un vitigno autoctono della Valle dei Laghi. I grappoli verranno pigiati durante la Settimana Santa per produrre il delizioso Vino Santo, tipico di questa zona e presidio Slow Food. Da 100 chili di uva si ricavano solo 10-12 litri di vino invecchiato.

Visita in cantina - Uva per il Vino Santo

Visita in cantina – Uva per il Vino Santo messa ad appassire

Ecco perché il vino santo è così costoso, ma anche così speciale. Si tratta di un passito, un vino da meditazione, da gustare da solo a fine pasto o in accompagnamento ad un dolce. Noi non ci siamo fatti mancare nulla perchè durante la cena all’Aktivhotel Santalucia, lo Chef Stefano Nicolodi ci ha preparato un delizioso dessert che abbiamo gustato insieme ad un bicchierino del liquoroso vino.

Bavarese al Vino santo

Bavarese al Vino santo

Una Bavarese al Vino Santo, biscotto alle noci e salsa ai frutti di bosco al profumo di grappa…ti lascio immaginare la bontà. Io ho ancora l’acquolina in bocca!

Degustazione in cantina: i sapori tipici del Trentino

Parlando di cibo, beh, a fine visita non poteva mancare la degustazione dei vini e dei prodotti tipici del Trentino.

Visita in cantina - Degustazione

Visita in cantina – Degustazione

Nella foto vedi un bel buffet con strudel trentino, treccia Mochena, pane di Molche, pane di patate, salumi tipici, formaggi di malga e Trentingrana. Eccoci al brindisi con i vini biologici Nosiola, Codecce e Maso Gobbo…cin cin meritato dopo l’intensa giornata tra via ferrata e tour in mountain bike!

Se anche tu vuoi ripetere la stessa esperienza, da solo o in gruppo, ti lascio qualche suggerimento. I Fratelli Pisoni hanno pensato ad un’offerta mirata per ogni cliente:

  • Bike & Wine: pit-stop di degustazione in cantina durante i tour in bicicletta sulla ciclabile della Valle dei Laghi lungo il fiume Sarca
  • Gourmet & Wine: cena in cantina accompagnata dai Vini Pisoni, su richiesta
  • Family & Wine: degustazione di vini per gli adulti e di sidro di mele per i bimbi

Per informazioni:

Azienda Agricola Fratelli Pisoni – Via San Siro 7, Pergolese di Lasino – 38070 Sarche (TN)
Tel. 0461 563.216  www.pisonivini.it- info@pisonivini.it

Lascia il tuo commento

Email (will not be published)